Principale Divertimento 'Una cura per il benessere' incoerente ti farà sentire male

'Una cura per il benessere' incoerente ti farà sentire male

Dane DeHaan nel ruolo di Lockhart.20th Century Fox



come vendere gioielli d'oro

I film si stanno aprendo così velocemente a recensioni così devastanti e terribili in questi giorni che si chiudono più velocemente di quanto io possa tenere il passo con loro. Il declino dei giornali cartacei ha portato a una riduzione degli annunci a pagamento nelle sezioni artistiche in diminuzione, quindi è difficile trovarli se lo si desidera, e quando si scopre dove stanno giocando, sono già spariti. Il grande muro, un film cinese con Matt Damon, e Nella battaglia dubbia, l'ultima di un'interminabile serie di bombe con protagonista James Franco, sono già esplose, e un lungo e incoerente film horror tedesco intitolato Una cura per il benessere è sulla buona strada per la TV via cavo a tarda notte. Se sei un masochista devoto in cerca di tortura, cercalo velocemente. Non vivrà per vedere una riedizione.


UNA CURA PER IL BENESSERE
( 0/4 stelle )

Diretto da: Gore Verbinski
Scritto da: Justin haythe
Protagonisti: Dane DeHaan, Jason Isaacs e Mia Goth
Tempo di esecuzione: 146 minuti


Luride, disgustosa e plagiata da ogni film del manicomio di Shutter Island, il peggior film della carriera di Martin Scorsese, alle febbrili opere di Benicio del Toro e al formaggio schizzato di sangue Ostello franchise, questa raccapricciante assurdità è opera di un hacker di nome Gore Verbinski, che ha creato tre degli idioti pirati dei Caraibi film così come l'incomprensibile Ranger solitario. Quando ti dico che questo riguarda un castello infestato sulle Alpi pieno di anguille, hai tutto il diritto di considerarmi diretto verso la mia cella imbottita. Ci sono state volte, mentre soffrivo per questo sdolcinato spettacolo da baraccone tedesco, in cui mi sentivo così anche io. Sii felice di aver fatto il lavoro per te, così non devi farlo tu.

Il logoro schema di una trama coinvolge un giovane mago di Wall Street di nome Lockhart la cui azienda, che sembra essere gestita da zombi, è nel mezzo di un inspiegabile accordo finanziario quando uno dei membri del consiglio scompare in Svizzera mentre visita una spa per riposarsi e rilassamento. Lockhart viene inviato per trovarlo e portarlo a casa per completare l'affare. Dato che è interpretato da Dane DeHaan, un giovane attore con una carnagione giallastra e profonde occhiaie sotto entrambi gli occhi, Lockhart sembra che potrebbe usare un po' di R e R da solo, per non parlare di una macchina abbronzante. Quindi non c'è da stupirsi quando, al suo arrivo, scopre che le terme del castello sono in realtà solo una facciata per un manicomio dal quale non c'è scampo e quando la sua auto a noleggio si schianta contro un albero, lui stesso è costretto a fare il check-in con un gamba rotta come paziente del dottor Volmer, il demente Karloff che gestisce il posto. (Un altro spreco dell'ottimo Jason Isaacs). Con occhi come braci rinfrescanti dietro una pacata preoccupazione, il trattamento miracoloso del Dr. Volmer proviene dall'acqua che scorre dall'impianto idraulico producendo poteri unici di ringiovanimento. Il pubblico alla proiezione a cui ho assistito ha urlato, non farlo! quando il dottor Volmer porse a Lockhart un bicchiere dell'acqua miracolosa, ma troppo giovane per aver visto le dozzine di film horror che hanno fatto la carriera di Bela Lugosi, Lockhart lo beve comunque. Da lì, va in tilt, e così fa il film. Vagando di notte per i corridoi bui del manicomio, scopre barattoli di feti sottaceto, organi umani e bulbi oculari estratti, e sperimenta sangue dal naso, estrazioni di denti e visite di vari detenuti in varie fasi di follia, tra cui il pallido, occhi infossati del dottor Volmer. figlia Hannah, che viene preparata per sposare suo padre e avere il suo bambino. Condividendo una vasca da bagno con un esercito di anguille, Hannah è interpretata da un'attrice catatonica di nome Mia Goth, che è più che all'altezza del suo nome.

Ci vogliono 2 ore e mezza per scoprire qual è la cura per il benessere, che non è abbastanza veloce, considerando il fatto che il film non durerà a lungo. C'è una cosiddetta sceneggiatura di qualcuno chiamato Justin Haythe, ma il regista Verbinski sembra meno interessato alla struttura che a inventarla man mano che procede. Quando DeHaan finisce in una camera di tortura dove viene rinchiuso in un serbatoio che sembra un polmone di ferro e alimenta forzatamente quelle anguille attraverso un tubo conficcato nella sua gola, non sai se ridere o vomitare. Afferrando le vestigia della sanità mentale, scrive nel suo diario, non sono un uomo sano. Puoi dirlo di nuovo.

Articoli Interessanti