Principale Innovazione Hugh Howey non ha pazienza per gli amanti dei libri che non leggono libri

Hugh Howey non ha pazienza per gli amanti dei libri che non leggono libri

L'autore Hugh Howey.(Foto: Christopher Michel / Twitter)



Quando si parla di e-book, uno scrittore tende a essere chiamato a parlare per la nuova industria dei libri che vanno direttamente al loro pubblico, principalmente tramite i Kindle di Amazon: Hugh Howey.

Mr. Howey è l'autore di oltre una dozzina di titoli, ma quello per cui è più conosciuto è iniziato con una novella chiamata Lana , una storia di un futuro distopico. Gli è valso abbastanza da poter lasciare il lavoro e concentrarsi a tempo pieno sulla scrittura. lui adesso vive su una barca .

Mr. Howey è diventato un portavoce non ufficiale dell'industria dell'editoria digitale. In effetti, lo abbiamo incontrato per la prima volta quando abbiamo riportato la notizia che Kindle Unlimited di Amazon avrebbe iniziato a pagare gli scrittori in base a quanto leggono i lettori. È un ruolo con cui non è del tutto a suo agio, come spiega di seguito. Detto questo, è sfacciato nella sua difesa dell'autopubblicazione come un modo per raggiungere più lettori e trattenere più entrate. A tal fine, lui e il misterioso Data Guy hanno co-creato il sito web Guadagni dell'autore , che effettua il reverse engineering delle stime di mercato per diversi tipi di scrittori di e-book, principalmente su Amazon.

The Braganca ha riportato su alcuni degli autori di e-book di maggior successo nella nostra serie Titans of Kindle. Questa è la nostra sesta puntata. Di seguito, il signor Howey parla molto direttamente delle carenze del modello attuale e di dove pensa che il mercato porterà l'industria della cultura letteraria.

La seguente intervista telefonica con Mr. Howey è stata modificata e condensata:

Perché hai deciso di assumere un ruolo di leadership tra gli scrittori di e-book?

Non so di aver assunto quel ruolo tanto quanto le persone mi hanno posto domande e ho sempre risposto. È un sacco di tempismo. Hai persone come J.A. Konrath e Amanda Hocking che è venuto prima di me, ma mi è capitato di pubblicare e avere successo in un momento in cui gli e-book e l'autopubblicazione stavano ottenendo molta attenzione.

Poi il mio accordo con Simon & Schuster mi ha messo un po' sotto i riflettori, quindi quando i giornalisti avevano bisogno di chiedere qualcosa, alla fine ero io a ricevere la chiamata.

In realtà avevo paura che accadesse, perché l'ho visto accadere con Amanda Hocking, in cui le persone parlavano più di lei e del suo successo che delle sue storie, e non avrei mai voluto che accadesse a me. Volevo che le persone parlassero dei miei libri, ma credo anche molto nel potere dell'autopubblicazione, nel mettere il controllo e i guadagni nelle mani degli artisti e non delle grandi aziende. Volevo assolutamente far sapere alle persone quali erano le loro opzioni, piuttosto che rinunciare a tutti i loro diritti.

Qual è il tuo rapporto con i guadagni degli autori?

È una collaborazione. Il mio collaboratore, Data Guy Data , è sicuramente il cervello del vestito. Scriviamo i rapporti insieme.

Quadro generale: qual è la tua opinione sul mondo dell'editoria in questo momento?

Non mi sono mai considerato un autore di e-book. Prima ho sempre dato la priorità ai miei libri stampati su richiesta con il mio primo libro autopubblicato nel 2009. Non è stato fino a quando gli e-book hanno iniziato a vendere così bene e a guadagnare così tanto che sembrava un e-book carriera centrata, ma gli audiolibri e i libri cartacei sono ancora una parte importante del mio programma di rilascio.

Spero che arrivi al punto in cui non ci interessa davvero come stiamo leggendo la storia, ma stiamo solo consumando la storia. Quindi non parleremo se abbiamo visto Piscina morta in IMAX o 3D ma quanto fosse divertente il film.

Penso che siamo più o meno lì con i lettori. I lettori parlano solo di chi ha ricevuto l'ultimo romanzo del loro autore preferito. Sono gli editori e i rivenditori che sono ossessionati dal formato in cui dovrebbero essere le cose.

Ne ero così sicuro che non ho ricontrollato, ma ora che stiamo parlando, non ne sono così sicuro. Era Lana il tuo primo libro?

Era forse il mio settimo lavoro pubblicato.

Ma questo è sicuramente il tuo breakout, giusto?

Sì, è quello che mi ha permesso di lasciare il lavoro diurno.

Abbiamo parlato con un autore di libri in qualche modo simile al tuo che dice che le recensioni e simili non contano . Hai un'idea di cosa ti ha permesso di incrinare l'interesse del pubblico?

Il segnale è stato amplificato più volte lungo il percorso, ma la crescita è stata prima organica.

Penso che abbia molto a che fare con il funzionamento degli algoritmi di raccomandazione di Amazon. Avevo altri sei libri là fuori e avevo sviluppato abbastanza pubblico, ma le prime migliaia sono le più difficili. È davvero difficile vendere le prime 500 o 1.000 copie, che tu sia tradizionale o autopubblicato.

Ma quando Lana è uscito, le pompe di Amazon sono state innescate. Sapeva che le persone leggevano e valutavano molto le mie storie. Quindi avrebbero detto a diverse centinaia o forse anche a mille persone che è uscita questa nuova storia. Inoltre, quella prima storia ha questo finale che tortura le persone. Non appena lo finiscono, nessuno lo vede arrivare e vogliono vedere se i loro amici lo vedranno arrivare.

È come guardare Il sesto senso o qualcosa. Dici a tutti, devi andare a vedere questo, o devi andare a leggere questo e dimmi cosa ne pensi.

Quindi la curva di crescita stava andando a mio favore. Stava andando da centinaia al mese a migliaia al mese. Quando vendeva decine di migliaia al mese, è stato allora che Boing Boing ha fatto una recensione. Quindi stai vendendo 100.000 al mese, ma era già su quella curva di crescita. Quindi queste cose che lo hanno amplificato, è difficile dire quanto impatto abbiano avuto.

Quando ho Lana erano 99 centesimi. È ancora vero?

È gratis ora. La prima parte.

È stato serializzato, alla Dickens. Una volta che le cinque parti erano tutte fuori, le ho combinate in un unico romanzo .

Quale pensi che sia il prezzo giusto per gli ebook? Come varia per qualcuno di nuovo rispetto a qualcuno con un seguito?

Penso che per un romanzo completo, qualsiasi cosa da 50.000 a 100.000 parole, $ 4,99 o $ 5,99, sia il prezzo perfetto. Penso che lo metta nel territorio del pulp, e inoltre non svaluta la parola scritta.

Penso che un autore esordiente debba regalare parte del proprio materiale, sia che lo faccia temporaneamente, sia che pubblichi una prima storia come leader di una perdita.

Devono fare qualcosa per ottenere un pubblico. Aiuto gratuito ed economico.

'Ho ricevuto più telefonate da Amazon prima che qualcuno avesse sentito parlare di me.'

E poi cosa pensi che dovrebbe essere dopo che hai un seguito? Alcuni hanno detto che il mercato si aspetta quasi che tu aumenti il ​​prezzo a quel punto.

Penso che ce ne siano altri che, quando ottengono un seguito, pensano di poter caricare di più perché vedono che hanno quel numero di lettori, ma quando guardiamo i nostri dati sui prezzi, vediamo un calo sopra $ 5,99.

Probabilmente stanno guadagnando di più dai loro lettori consolidati, ma probabilmente stanno perdendo alcune vendite. Ma questi sono solo i dati aggregati e ogni singolo autore avrà la propria esperienza.

$ 5,99 sembra essere il punto debole per i romanzi. C'è anche un punto debole a $ 2,99 dove libri e storie vendono davvero bene.

Quindi hai parlato con questo quando hai detto che Amazon aveva innescato la pompa, ma cosa pensi che guidi le vendite? Pensi che dipenda principalmente dai consumatori che intraprendono azioni come acquistare i tuoi libri e recensirli su Amazon?

Penso che i fattori più importanti siano nel negozio Amazon.

Penso che il modo in cui Amazon sta cercando di creare il proprio sistema di raccomandazione e la propria vetrina sia quello di promuovere i prodotti che soddisfano di più i lettori, e questa è una filosofia generale di Amazon. Vogliono che i loro clienti siano il più felici possibile e stanno cercando di capire cosa li rende felici. Come lo diffondono a più clienti?

Se puoi fornire una buona esperienza di lettura e una buona esperienza di acquisto. Amazon ti ricompenserà cercando di far crescere il tuo pubblico.

'Gli editori tradizionali non sono affatto necessari per la saggistica. Se guardi quello che hanno acquisito di recente... è schifo.'

Puoi parlarmi dei tuoi flussi di entrate? Come si scompongono i tuoi guadagni?

Tipo, ho un altro lavoro? No.

Sono andato alla grande, sono entrato in tutti i rivenditori di e-book prima, per anni. Sono andato in esclusiva con Amazon dopo il campionamento il loro programma Kindle Unlimited , che lo richiede. Quello che ho scoperto è che ho avuto un pubblico più ampio e anche più entrate rispetto a quando ero anche con altri punti vendita.

Questa è sembrata una decisione ancora migliore in quanto Barnes and Noble sta sostanzialmente abbandonando l'angolo. Apple non è entusiasta di avere un negozio basato sul Web e si attiene all'app iTunes, che non è una buona esperienza per gli acquirenti.E Google Play fa cose davvero divertenti per i prezzi, quindi non ho mai voluto lavorare con loro come autore.

Quindi in questo momento tutto il mio reddito con le mie cose indipendenti è con Amazon.E ho anche accordi tradizionali che forniscono un certo reddito e ho anche accordi all'estero.

Quindi Amazon è probabilmente il numero uno in assoluto?

Direi che è il 90 percento del mio reddito e il resto sono affari tradizionali.

Amazon include Audible e i miei tascabili, tramite CreateSpace.

Ho fatto alcune offerte di sola stampa che hanno spostato alcuni dei miei libri CreateSpace verso editori tradizionali. Potrei vivere solo sulle mie vendite di stampa da solo.

Perché hai voluto fare un accordo tradizionale?

Questa è una buona domanda. Quando ho concluso l'accordo con Simon & Schuster mi è sembrata un'opportunità per sperimentare senza troppi rischi. Era un contratto di sette anni, quindi ho riavuto i diritti in un breve lasso di tempo, ed era solo cartaceo.

È stata un'opportunità per pubblicare in libreria e vedere cosa sarebbe successo con quel tipo di distribuzione. Questa era comunque la teoria. Ma la settimana in cui è uscito il mio libro, Simon & Schuster ha litigato con Barnes & Noble, il che mi ha mostrato che non c'era la bacchetta magica. I libri di Mr. Howey per un contratto da Barnes & Noble.(Foto: Facebook)



A.G. Riddle, uno scrittore bestseller di thriller di fantascienza, ci ha detto che ha stampato un sacco di suoi libri e poi ha venduto quelle copie tramite Amazon. Non ha cercato di venderli direttamente alle librerie perché era troppo fastidioso. Hai mai fatto le tue offerte di rivenditori o le tue tirature di stampa?

No, sono entrato nelle librerie solo per la richiesta dei lettori di autografi e per fare eventi per conto mio. Roba promozionale. A.G. Riddle ha avuto l'idea giusta. Non ne vale la pena. Se c'è richiesta per un libro, le librerie lo porteranno. Non ha senso cercare di mettere il carro davanti ai buoi.

Amazon lavora con te e discute i modi in cui può servire meglio autori come te?

Non proprio autori come me. Ho ricevuto più telefonate da Amazon prima che qualcuno avesse sentito parlare di me. Le vendite continuavano a scorrere, ricevevo chiamate e mi chiedevano cosa potevano fare per migliorare. Ricevo continuamente sondaggi da loro, che la maggior parte Kindle Direct Publishing e Selezione Kindle gli autori fanno.

Penso che siano più preoccupati per quello che possono fare per i loro autori—non voglio chiamarli a metà della lista, perché quella parola non ha davvero alcun significato in questi giorni—autori che potrebbero essere vicini a lasciare il loro lavoro quotidiano , o vendendo diverse centinaia di libri al mese.

Penso che quegli autori stiano davvero formando la spina dorsale delle vendite di Amazon e della loro esperienza del cliente. Quindi quelli sono quelli di cui sembrano preoccuparsi di prendersi cura.

Quando abbiamo parlato per la prima volta di Kindle Unlimited , hai preso una posizione molto pro-Amazon. Scrittore di romanzi bestseller Marie Force ci ha detto che non avrebbe mai preso in considerazione in esclusiva con Amazon, perché ha troppi lettori negli altri negozi. Perché non pubblicare i tuoi libri ovunque ci siano lettori?

Perché mi interessa il numero dei lettori più di ogni altra cosa.Ho passato del tempo in esclusiva con Amazon e poi sono andato largo, pubblicato con tutti. L'ho fatto per un po', ma quando ho tirato fuori le cose dagli altri per provare esclusivamente Amazon, mi ci sono volute due settimane per rendermi conto che stavo perdendo lettori rimanendo alla larga con più rivenditori.

Ecco un'ipotesi: se lo stato del Texas mi dicesse che metteranno il mio libro nella vetrina di ogni libreria, ma non sarò in grado di vendere il mio libro in nessun altro stato. Ma so che se lo faccio, venderò 5 milioni di copie all'anno. E prima, quando ero in ogni stato, vendevo 50.000 copie all'anno. In tal caso, è un gioco da ragazzi. Sarò un'esclusiva del Texas.

Andando in esclusiva con Amazon e ottenendo Kindle Unlimited ho accesso a tutti questi altri lettori. Tutta quella visibilità extra significa che molte più persone apprezzano le mie storie.

E sono agnostico riguardo alla provenienza di quelle persone. Se la prossima settimana Amazon smettesse di vendere e-book in quelle quantità, e Apple o Kobo aumentassero e vendessero l'80% degli e-book, andrei in esclusiva con loro se questo mi aiutasse ad avere lettori.

Amazon è l'unico dei rivenditori che utilizza il .formato mobi per i loro libri. Tutti gli altri usano lo standard web, .epub . Cosa ne pensi degli ebook interoperabili?

Non so come Amazon potrebbe offrire una buona esperienza utente se offrisse entrambi i formati. Il vantaggio di .mobi è che possono aggiornare l'esperienza dell'utente ogni volta che lo desiderano. Possono aggiungere un nuovo carattere. Oppure possono farlo la funzione a raggi X . Oppure possono assicurarsi che sia compatibile con Audible, così possono fare la sovrapposizione dell'audio con l'edizione ebook, con WhisperSync . Se lo facessero con .epub, dovrebbero andare a un comitato e ottenere il permesso.

Rallenterebbero il loro ritmo di innovazione.

Quello che possiamo fare come editori e autori è non avere alcun tipo di DRM sui nostri ebook, cosa che non faccio mai. Quindi i lettori possono convertirli in qualsiasi formato desiderano.

Si parla di usare la blockchain per gestire la proprietà intellettuale , che potrebbe rendere gli e-book rivendibili. Come ti sentiresti riguardo alla tecnologia che consente ai tuoi lettori di vendere i loro libri digitali?

Penso che sia brillante. Penso che sarebbe fantastico se qualcuno come Amazon lo affrontasse, invece di farlo al di fuori del mercato, ma non sono nemmeno sicuro di quanta richiesta ci sia là fuori per le persone per rivendere i loro e-book usati. Penso che riceva più attenzione di quanto meriti, perché penso che la maggior parte delle persone non si troverebbe nei guai. Gli e-book sono così convenienti. Non ingombrano nulla. Per me, non è come un libro stampato in cui paghi $ 20 per una copertina rigida e vuoi ottenere $ 6 di credito in negozio.

Gli e-book andranno oltre il genere? Pensi che vedremo non-fiction o roba letteraria?

Penso che alla fine ci saranno 50 milioni di opere di narrativa letteraria su Amazon e ci saranno 100 milioni di libri di saggistica su Amazon, perché i libri non scompaiono, ma il numero di ciò che viene letto sarà ancora fiction di genere.

Se le persone che amano la narrativa letteraria leggessero da 10 a 20 libri all'anno, la loro passione sarebbe meglio rappresentata sul mercato.

Alcune statistiche folli uscite da Kobo che traccia la percentuale di completamento. Questi libri di cui tutti parlano come importanti per la letteratura sono quelli che nessuno finisce. Non lo vedo come qualcosa da celebrare in questo settore, che ci sono libri che dovrebbero essere fantastici che nessuno apprezza davvero.

Sono più interessato alle persone che leggono davvero, quindi escludo l'opinione delle persone che amano i libri ma in realtà non dedicano tempo a quella ricerca.

Sono più curioso della saggistica. Sembra che gli editori tradizionali paghino le persone in anticipo per uscire e fare il lavoro. Credi che verrà il giorno in cui il mercato risolverà il problema?

La stampa universitaria ha avuto un ruolo in questo per qualche tempo.

Penso che le riviste universitarie debbano capire come adottare alcuni di quegli strumenti di autopubblicazione per farlo funzionare meglio. L'idea che ci siano queste persone che ottengono questi progressi per andare in diretta e fare ricerche per cinque anni, e alcuni editori li stanno supportando, che non accade quasi mai. Se ci fosse una manciata di persone del genere sarei sorpreso.

La maggior parte delle persone che si guadagnano da vivere a tempo pieno come scrittrici di saggistica sono generalmente ben affermate e si sono affermate facendo ricerche per conto proprio, mentre lavorano a tempo pieno.Gli editori tradizionali non sono affatto necessari per la saggistica. Se guardi ciò che hanno acquisito di recente, sono memorie, sono comici. È schifo. Non è un lavoro che consideriamo il nostro patrimonio culturale.

Mi piacerebbe vedere qualcuno prendere un libro tipo Malcolm Gladwell e suddividere ogni capitolo in Kindle Singles. Rendi ognuno disponibile per 99 centesimi e, se lo desideri, fai clic su un pulsante per completare il libro.

Mi piacerebbe vedere le persone sperimentare, ma accadrà. Il mercato richiederà che ciò accada e le ricompense per gli autori saranno molto maggiori di quelle che stanno vivendo attualmente.

Ulteriori letture nella serie Titans of Kindle:

  • A.G. Riddle, l'autore che ha incontrato i thriller con la fantascienza con i misteri con il romanticismo
  • Kristen Ashley ha costruito il suo impero dopo che altri hanno detto di no.
  • Douglas E. Richards approfondisce la tecnologia attuale.
  • Christopher Nuttall vede grandi editori costruire un castello sulla sabbia.
  • Marie Force definisce l'editoria digitale un 'campione d'incassi' per gli scrittori di genere.


Articoli Interessanti