Principale Stile Di Vita La Georgia potrebbe essere la capitale della moda dell'Europa orientale

La Georgia potrebbe essere la capitale della moda dell'Europa orientale

Una maglietta situazionista era decorata con la bandiera georgiana.Per gentile concessione della Mercedes Benz Fashion Week Tbilisi



siti di incontri per 50 e più anziani

La Georgia, il paese situato nell'Europa orientale, non lo stato della Sun Belt, non è il primo posto in cui ci si aspetterebbe di trovare una vivace industria di stilisti emergenti, dove la creatività può essere trovata anche nelle maniche dei capi. Proprio come la regione è considerata una delle culle della civiltà, attualmente si pone come culla di un fiorente talento della moda.

Togliamo di mezzo l'ovvio e menzioniamo che uno dei designer più ricercati di oggi, Demna Gvasalia, viene dalla Georgia. Come co-fondatore del collettivo di moda Vetements e attuale direttore creativo di Balenciaga, forse brilla come il faro più luminoso della creatività georgiana. Brillante con un wattaggio leggermente più debole è David Koma, il direttore creativo di Thierry Mugler. Sebbene abbia trascorso solo una manciata dei suoi anni di formazione in Georgia, per poi trasferirsi in Russia e poi a Londra, Koma è tornato nella sua città natale lo scorso novembre per partecipare alla Mercedes Benz Fashion Week, che si è tenuta nella capitale georgiana di Tbilisi.

Insieme a una cotta di editori e compratori internazionali provenienti da Italia, Francia, India e Turchia e una folla di fotografi di street style che inseguono il calendario della moda globale, l'evento di più giorni è stato un affare internazionale ed è ora alla sua quarta stagione. Anche se i partecipanti internazionali potrebbero non avere familiarità con i nomi mostrati sul programma, i progetti fantasiosi presentati sulla passerella si sono rivelati almeno memorabili. I design Vetements di Gvasalia, visti al di fuori della Mercedes Benz Fashion Week di Tbilisi.Adam Katz Sinding | Il 21



***

La fondatrice di questa particolare settimana della moda Mercedes Benz, Sofia Tchkonia, è un po' una celebrità a Tbilisi. Con gli zigomi alti e una corporatura snella, è una figura sorprendente ma è sicuramente radicata nella realtà. Ho grandi ambizioni, ma penso che la Georgia possa essere una capitale della moda in questa parte del mondo. Abbiamo qualcosa da mostrare in termini di creatività, ha detto all'Braganca. Penso che possa essere una delle—non accanto a Milano, Parigi o New York—ma può essere una delle settimane della moda più interessanti del mondo. Tuttavia, ha fiducia che la moda georgiana possa superare quella della Russia e dell'Ucraina, dove Mercedes-Benz ospita anche una settimana della moda biennale.

Tchkonia è un buon punto, poiché visitare la Georgia è una boccata d'aria fresca. Il paese si è liberato dalle sue catene sovietiche (come ha fatto in passato, più e più volte) e sembra reinventarsi costantemente. Tbilisi è piena di hotel, ristoranti e bar alla moda, quelli che si adatterebbero alla scena di New York, Londra, Parigi, Milano. Invece, questi sono posti accanto a un'architettura affascinante e fatiscente e a edifici più lucenti e moderni. Il mix di alto e basso, vecchio e nuovo, oltre alla deliziosa assenza di turisti ovvi, rende la visita in Georgia una visita molto più rinfrescante di quella che la maggior parte delle città europee ha da offrire.

Se sembra allettante, beh, fa anche parte del sorteggio di questa settimana della moda; Tchkonia paragona l'essere il direttore creativo di MBFW a fare pubbliche relazioni per il paese stesso. Ospiti e designer possono capire che questo Paese esiste, e non solo politicamente, ma abbiamo la moda, abbiamo l'arte, abbiamo un interesse per i giovani. Penso che possa fare molto, non solo per i designer ma anche per il Paese.

***

Ma la Mercedes Benz Fashion Week fa ancora molto per i talenti locali. Prendiamo ad esempio George Keburia. Sebbene la maggior parte dei suoi coetanei abbia scelto di esibirsi al Moma Tbilisi, il museo di arte moderna locale, questo talento locale ha scelto di esibirsi al vicino Holiday Inn. I partecipanti sedevano su sedie da sala riunioni standard, allineate in una sala conferenze anonima; un DJ stava girando melodie da un tavolo pieghevole in un angolo. Le modelle hanno calpestato il noioso tappeto grigio in tailleur pantalone viola decorati con germogli di bambù e semilune; c'erano anche abiti blu scintillanti con balze di tulle e pantaloni allagati con balze a metà polpaccio. Keburia è stato ispirato dalle studentesse giapponesi, quindi ha offerto gonne a pieghe ma le ha abbinate a giacche in stile bondage, che si allacciavano sul petto con file di fibbie. Il lurex ha svolto un ruolo di primo piano in questa formazione fresca e giovane, così come il motivo dell'aragosta e, forse il più affascinante, ciascuno dei modelli aveva lunghe piume di marabù colorate attaccate agli angoli degli occhi. Un maglione di George Keburia avvistato per le strade di Tbilisi.Adam Katz Sinding | Il 21

In un'intervista del maggio 2016 con iD, Keburia ha spiegato come la tumultuosa storia della sua madrepatria abbia avuto un ruolo di primo piano nella sua collezione: Alcuni dettagli della collezione attuale, in particolare le impronte delle pistole, sono influenzati dalle conseguenze economiche e politiche delle guerre civili georgiane negli anni '90, ha spiegato. L'impronta della pistola è stata usata per riflettere i tempi difficili e bui che il paese ha attraversato, e i colori dell'arcobaleno sono stati usati per minare quell'oscurità e renderla più ottimista. Questi pezzi sono stati spesso avvistati nel circuito delle sfilate di moda a Tbilisi questo novembre; Le it girls sono state fotografate indossando i maglioni neri di Keburia con audaci tocchi di colore, oltre a una mitragliatrice piuttosto sottile ricamata sulla tasca. Anche se potrebbero non averlo capito, il loro maglione sfacciato era più una dichiarazione politica che altro.

Per una rapida introduzione su altri marchi da sapere, c'è Lalo, il leader in carica della maglieria creativa che non ha niente a che vedere con il twinset in cashmere di tua madre, l'esagerato Alexander Arutyunov, la cui inclinazione per temi da cartone animato e l'uso sfacciato di parrucche luminose confronti con Jeremy Scott. Situationist, un'etichetta fondata da Irakli Rusadze nel 2008 (quando aveva solo 17 anni), si è chiaramente ispirata a Vetements questa stagione, come potrebbero dimostrare blazer con spalle esagerate e abiti in chiffon a pois. Ma il corsetto bianco del marchio, sovrapposto a una T-shirt bianca, ha reso omaggio alla bandiera georgiana e forse ha attirato più attenzione e successive condivisioni sui social media. Uno sguardo dallo spettacolo di Bessarion.Per gentile concessione della Mercedes Benz Fashion Week Tbilisi

fai a un sensitivo una domanda gratuita via e-mail

Bessarion Razmadze è nato a Tbilisi e vi si esibisce spesso, ma da allora si è trasferito a Mosca, dove ha sede la sua etichetta omonima Bessarion. Come la sfilata di chiusura di questa settimana della moda, i temi post-sovietici sono stati intrecciati nella vibrante gamma Bessarion, dove paillettes dorate e file di bottoni ricoperti di seta hanno gareggiato per i riflettori, tutti accessoriati con marsupi con nappe. Avtandil era anche uno dei preferiti dal pubblico internazionale: ambientato in una scena di luci rosse e fumo, c'erano un'abbondanza di cuciture tagliate, maniche extra lunghe, denim oversize e molti dettagli loghi.

Lela Eloshvili gestisce la sua etichetta di moda, Eloshi, fondata nel 2012 con l'intenzione di vestire donne eleganti che non hanno paura di sfoggiare la propria individualità. Ma è anche un'altra figura sulla scena che lavora per promuovere il talento di Tbilisi. Nel 2013, Eloshvili ha fondato MADE IN GEORGIA, un concept store con avamposti a Tbilisi e Batumi (la seconda città più grande della Georgia) che serve a diffondere la conoscenza del talento del design di questo paese del Caucaso. La Mercedes Benz Fashion Week è fantastica, gli ospiti sono fantastici, l'intero progetto è molto importante per noi, ha detto Eloshvili a Braganca dopo il suo spettacolo. Maglieria di Lalo.Per gentile concessione della Mercedes Benz Fashion Week Tbilisi

Dubitiamo che questa sia l'ultima volta che sentirai parlare della Georgia, ed è un circolo di designer di talento. Tchkonia deve essere d'accordo: abbiamo sempre più persone che vengono alla Fashion Week, come molti grandi nomi, designer e grandi acquirenti. I designer si stanno impegnando molto. Posso vedere di stagione in stagione come crescono. Quindi posso vedere come ci sia un grande potenziale.

Articoli Interessanti